martedì 25 marzo 2014

Una finestra sul mio mondo

Se lo si chiede ad un architetto la risposta sarà più o meno questa: un'apertura su un muro che permette all'aria e alla luce naturale di filtrare dall'esterno in un ambiente chiuso.
E se invece la stessa domanda la si ponesse ad un informatico: un'area visualizzata sullo schermo del pc che permette l'interazione tra l'utente e il dispositivo.

Se invece chiedete a me cos' è una finestra la risposta è semplice... un filtro, una cornice dalla quale posso indisturbata osservare il mondo esterno e che allo stesso tempo permette al mondo di sbirciare il mio microcosmo.
La finestra mi ha sempre affascinata.
Quando ero a Venezia per un periodo ho vissuto in una calle talmente stretta che con la dirimpettaia ci scambiavamo i limoni e le carote da una finestra all'altra... è sì, a Venezia finestra equivaleva a scambio sociale, o se vogliamo togliere il lato poetico, finestra era sinonimo di NO PRIVACY ^_^
Ora che vivo in aperta campagna le finestre sono sinonimo di cornice... nonostante i ripetuti tentativi della nonna di volermi confezionare metri e metri di tende all'uncinetto per ricoprire le finestre a me piace l'idea che la natura circostante entri visivamente nella casa come fossero quadri che cambiano a seconda della stagione.
Passeggiando per la città poi, in alcune ore del giorno per strada non c'è anima viva, ma se dalle finestre esce una luce soffusa, un profumo di cucina o una musica indistinta la fantasia inizia a volare alto e a fantasticare sulla vita che ci potrebbe essere oltre a quel vetro.

E' la finestra che mi ha ispirata nel creare questa serie di ciondoli in stile kawaii.



Finestra che indossata all'altezza del cuore racconta di noi, che si spalancherà solo con le persone che lo meritano, mentre al resto del mondo darà solo un piccolo accenno della possibile vita che c'è oltre al vetro.






12 commenti:

  1. un'idea molto originale, perfetta per la bella stagione che sta arrivando

    RispondiElimina
  2. un'idea brillante e una realizzazione ancora più bella! :) ps: ieri notte ho pedalato per 5km sotto un miscuglio di pioggia e neve, la primavera esita anche qui nonostante i prati in fiore! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Allora da oggi ti invidio un po' di meno ^_^

      Elimina
  3. Molto poetica l'idea di queste finestrelle.Anche io amo vedere il panorama e in cucina ho due bei finestroni senza tende perchè danno sulla collina e voglio vedere il verde sempre!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. immagino lo spettacolo che puoi godere dalla tua cucina!!!

      Elimina
  4. Si vede che io e te siamo in sintonia. Anche a me le finestre hanno sempre affascinato. Quando da ragazza la sera d'inverno prendevo l'autobus per rientrare dal lavoro, guardavo sempre attraverso le finestre con la luce accesa e mi chiedevo chi ci abitasse.
    Mi piacciono i tuoi ciondoli soprattutto l'ultimo con il vaso di fiori. Ma che idee che hai sempre!
    un abbraccio
    sabrina

    RispondiElimina
  5. Sono bellissimi! Originali e bellissimi!!!
    Il mio rapporto con le finstre è strano: non vivrei senza, senza la luce, senza poter vedere fuori il verde, ma non sopporto invece l'idea di essere vista, dentro al mio nido :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nel tuo caso... per fortuna che esistono le tende... a nessuno piace essere invasi nella propria intimità

      Elimina
  6. Mi piacciono... sono poetici. Direi quasi naif!

    RispondiElimina

Consigli, apprezzamenti e critiche sono sempre ben accette!!!