mercoledì 10 giugno 2015

UN HOBBY DA PAUSA CAFFE'

Sole, mare, shorts, sandali, aperitivi, relax, divertimento, vacanze, passeggiate, ombrelloni, feste, città vuota, viaggi... sono solo alcune delle parole chiave che aprono la mente alla stagione estiva. Ma per molte creative un vocabolo strettamente legato all'estate è: MERCATINO.
L'estate è il periodo in cui tutti i creativi escono dalla propria craft room e si trasformano in una tribù nomade pronta a colorare e stupire vicoli, piazze e lungo mare delle varie località di villeggiatura.
Perché diciamo la verità, vendere in internet è una gran comodità, ma il contatto diretto con chi si avvicina al nostro banchetto è impagabile. Poter spiegare cosa c'è dietro alla creazione che stanno ammirando, ripetere senza mai stancarsi che quando c'è passione la pazienza viene rinchiusa in un cassetto ^_^, ma soprattutto poter vedere in diretta le facce stupite è gioia all'ennesima potenza.

Avete mai sentito parlare di Ojo de Dios?
L'Occhio di Dio è un amuleto religioso che tra la popolazione Huichol del Messico viene regalato ai bambini per assicurare loro la benevolenza e la protezione delle divinità. In altre comunità messicane venivano utilizzate anche in veri e propri riti di purificazione della casa. Di tradizione si tratta di un manufatto composto da due legnetti incrociati sui quali vengono tessuti fili di lana colorati. E mentre per alcuni popoli la costruzione doveva essere fatta in solitudine meditativa, in altre venivano realizzati in momenti conviviali come simbolo di un buon proposito dell'intera comunità.
Recentemente gli Ojo de Dios sono stati resi dai maestri artigiani delle vere e proprie opere d'arte sempre più sofisticate: i due bastoncini di legno si sono moltiplicati fino a 32 dando modo di realizzare infiniti intrecci di filo e diventanto dei sofisticatissimi Mandalas.

Io li ho scoperti andando alla "disperata" ricerca di un hobby da pausa caffè durante i mercatini. E cioè quei momenti morti che si hanno durante i mercatini in alcuni momenti della giornata. Di solito in queste pause, in cui il flusso di visitatori è minimo, si sfrutta il tempo per mangiare, per riordinare il banco e per fare quattro chiacchiere tra noi banchettari.
Ho trovato che questa antica arte faceva proprio al caso mio: il materiale occorrente è leggero e poco ingombrante da portarsi dietro nei vari spostamenti, la tecnica richiede una certa manualità, ma lascia la mente libera e rilassata, e poi è un lavoro che si può lasciare in sospeso in qualunque momento.
L'Ojo de Dios mi ha letteralmente rapita e, visto l'afflusso di followers nella bacheca di Pinterest che ho appositamente creato, non è stata una bella scoperta solo per me. Se volete vedere delle bellissime creazioni di maestri artigiani andate a dare una sbirciata: BACHECA PINTEREST Ojo de Dios .

Di seguito ecco il mio primo Mandala Ojo de Dios creato durante i tre giorni dell'ultimo mercatino.

ojos de dios, mandala yarn realizzato dalla Civetta Chiacchierina, god's eye
SOLE DI PRIMAVERA: mandala yarn, Ojo de Dios

ojos de dios, mandala yarn realizzato dalla Civetta Chiacchierina, god's eye

ojos de dios, mandala yarn realizzato dalla Civetta Chiacchierina

Un Mandala a otto punte realizzato con filo di scozia in alternativa alla tradizionale lana.
Naturalmente è pieno di imperfezioni, ma tra una pausa caffè e l'altra spero di poter affinare la mia tecnica ^_^

3 commenti:

  1. Mi piace moltissimo questo lavoro e questa tecnica!!

    RispondiElimina
  2. Spero tanto di trovare del tempo per migliorare!

    RispondiElimina
  3. Riesci sempre a stupirmi lo sai Civetta? in giro di Mandala ce ne sono tanti, ma questo mi sembra molto originale ...
    Sempre piena di risorse!
    un abbraccio
    sabrina

    RispondiElimina

Consigli, apprezzamenti e critiche sono sempre ben accette!!!