giovedì 1 marzo 2012

CartaFrutta se la provi (la) ami


Ormai da qualche post state leggendo delle perle fatte in CartaFrutta... avevo scritto qualcosina sulla DungPaper (cacca... vi ricorda qualcosa!?)
Sulla CartaFrutta non ho scritto nulla... ma a grande richiesta proverò darvi qualche semplice indicazione... per colmare qualche curiosità o semplicemente per parlarne...


I cartoni di Tetrapak sono composti per il 75% di carta - 20% di polietilene - 5% di alluminio. tale materiale viene utilizzato soprattutto per gli imballaggi di bevande, per farsi un'idea il comunissimo cartone del latte è di Tetrapak.
Nel 2003 la Tetra Pak e il Consorzio Nazionale Recupero e Riciclo degli imballaggi a base di Cellulosa (Comieco) hanno siglato il protocollo di intesa per lo sviluppo della raccolta differenziata. Da allora il Tetrapak viene recuperato sia come biocombustibile (2 tonnellate di contenitori equivalgono ad una tonnellata di petrolio), sia come materiale da compostaggio (con un particolareprocesso di scissione della componente cellulosica) e sia come come riciclo in cartiera. 




Le cartiere inseriscono il TetraPak in enormi caldaie piene di acqua che centrifugano il prodotto riducendolo in poltiglia e separando le tre varie componenti (carta-polietilene-alluminio)... dopo 30 min di centrifuga... il materiale pesante va affondo e viene recuperato come nuovo materiale plastico( Ecoallene) utilizzato nell'edilizia, nella realizzazione di gadgets, bigiotteria e vasi... la cellulosa invece sale a galla diventando materiale di riciclo per la CartaFrutta (o CartaLatte) adatta per la produzione di shoppers e cancelleria... ma soprattutto adattissima per le mie perlozze di carta (IHIHIH)
Questa è la spiegazione (più o meno ufficiale) se volete la mia opinione... trovo questo tipo di carta molto gradevole al tatto, molto resistente ed è quasi priva di imperfezioni. Vado pazza per il colore naturale della CartaFrutta ed è per questo che spesso faccio fatica a colorarla (le paranoie sono paranoie)


E ora beccatevi il mio bracciale con gli orecchini abbinati




Perle in ... (???) ... dipinte in verde e oro con perline e filo di rame... montate con filo elastico.








Spero di non aver commesso errori gravi nella mia piccola spiegazione, spero che abbia colmato la curiosità di chi mi ha chiesto di sapere qualcosa in più su questo tipo di carta e spero che il bracciale e gli orecchini vi piacciano.

17 commenti:

  1. molto interessante! mi piacciono i tuoi gioielli di carta :)))

    RispondiElimina
  2. interessante spiegazione e originale utilizzo che fai della carta frutta ;D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. in casa Civetta non si butta via niente AHAHAH

      Elimina
  3. Mi piace il tuo stile, e lo dice una che non se ne intende per niente di gioielli, di gioielli etnici e di processi di riciclo...quindi il mio è un parere che non ti è molto utile! Mi piace soprattutto il bracciale!
    Ciauuuuuuuuuuu!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. All'evento in cui parteciperò non ci saranno grandi esperti e poi il MI PIACE e NON MI PIACE è soggettivo... anch'io non so cucire ma posso dire che le tue creazioni MI PIACCIONO UN CASINO!!!! Così come non ti conosco di persona ma posso affermare che sei una gran bella persona!!!

      Elimina
  4. Io non te lo avevo ancora chiesto,ma stavo per farlo perchè non avevo capito cos'era la cartafrutta!Ma quindi dove si compra?costa poco perchè è riciclata?Questo bracciale io lo farei senza i rotolini verti e con tutti i tubucini decorati vicini,senza essere distanziati.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io purtroppo ho trovato solo prodotti di cartoleria già confezionati (non ho trovato fogli singoli)... ho la fortuna di essere vicino a Fabriano (AN) dove si trova una delle più grandi industrie di carta nazionali... per ora i quaderni che ho recuperato sono della fiera ECOMONDO (si tiene a Rimini ogni anno intorno al mese di Novembre). Ti posso consigliare di chiedere nelle cartolerie della tua città o direttamente al Consorzio intercomunale per il disinquinamento ambientale e lo smaltimento dei rifiuti della tua regione sicuramente hanno materiale utilizzato per le varie campagne di sensibilizzazione (vedi mai che ti regalano qualcosa!?).
      I prezzi sono molto contenuti... ricordati che è di riciclo ma è comunque di ottima qualità...
      Comunque metto il link di un sito interessante dove puoi trovare molti prodotti ecologici

      http://www.acquistiverdi.it/catalogo_prodotti_ecologici

      Elimina
    2. sei venuta a d Ecomondo?? La prossima volta mi DOVRAI passare a salutare: sono a 2 minuti dalla fiera!!

      Opps....scusate l'intrusione!!
      Riciao!
      Fra

      Elimina
  5. Grazie , grazie, grazie della spiegazione molto esauriente!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Di nulla!!! Ho cercato di essere più sintetica possibile... forse ho tralasciato qualche cosetta ma le cose fondamentali le ho inserite ;)

      Elimina
  6. E' proprio vero che non si finisce mai di imparare. Grazie della spiegazione e complimentissimi!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. grazie per aver avuto la voglia di leggere :D

      Elimina
  7. Ero convinta che il tetrapack fosse irriciclabile, ragion per cui limito l'acquisto di prodotti in esso contenuti - mi limito al latte UHT. Scusa, ma c'è un cassonetto apposito? Qui a Roma (e non dovunque) c'è il cassonetto per plastica/vetro/alluminio, uno per l'umido + non riciclabile e poi quello della carta, dove è ben specificato di non introdurre terapack. Bho. Ammesso e non concesso che qualcosa venga riciclato e non finisca nella mega discarica di Malagrotta!
    Lasciamo stare la differenziata e passiamo alle cose belle! Il bracciale non mi fa impazzire, lo trovo un po' massiccio, ma forse è lo scatto fotografico. Gli orecchini mi piacciono moltissimo, insolita la composizione e bella l'alternanza tra colore naturale e colore. Di entrambi mi piace tanto la lavorazione con il filo di rame e le perline che si intrecciano intorno alle paper beads. Un decoro 3D!
    Scusa il fiume di parole!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Uno dei motivi per cui faccio parte del GAS è la riduzione di imballaggi... ma la monnezza purtroppo non manca mai... nella mia città il TetraPak va differenziato con la carta, in altre città ci sono appositi cassonetti... in questo sito http://digilander.libero.it/leperseidi/guidard.htm ho appena visto che a Roma va inserito nei cassonetti bianchi (carta)... so che molte delle fatiche che facciamo noi singoli per migliorare le cose sono mandate a puttane da chi dovrebbe tutelarci ma io continuo a fare quello che ritengo più giusto per me e per gli altri con la speranza che qualcosa prima o poi cambi e che qualcuno si dia una svegliata!!!!
      Non ho mai fatto bracciali e infatti i risultati si vedono... sono nella fase frana... migliorerò??

      Elimina
  8. ottimo post,tante cose non sapevo!
    Per gli orecchini e il bracciale,trovo le tue creazioni sempre all'avanguardia e fantasiose.
    lu

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per esser passata e sono felice del tuo responso positivo :D
      a presto!!!

      Elimina

Consigli, apprezzamenti e critiche sono sempre ben accette!!!